RASSEGNA TEATRALE

Rinviati i tre appuntamenti della rassegna teatrale.
Per motivi precauzionali rinviati gli spettacoli in programma
il 7 e 21 marzo e il 4 aprile

MAGIONE 4 marzo. 2020 – Al fine di tutelare la salute della cittadinanza i previsti spettacoli teatrali della rassegna “Teatro insieme, uno spettacolo per tutti” in programma il 7 e 21 marzo e il 4 aprile, proposti nell’ambito del progetto Socialmente, sono stati rinviati a data da destinarsi.

“La salute delle persone viene prima di tutto – spiegano gli organizzatori – per questo, visto il particolare momento, abbiamo ritenuto opportuno fare questa scelta. Una decisione motivata anche dal fatto che il progetto vede coinvolti ospiti di strutture socio-sanitarie del Trasimeno che rientrano sicuramente tra i soggetti più a rischio”.

Rimane comunque visitabile fino a domenica 8 marzo la mostra allestita al Museo della pesca di san Feliciano “Protagonisti della nostra vita”. Si tratta di un emozionante e delicato racconto per immagini, realizzato all’interno delle strutture coinvolte: Comunità alloggio ex Ospedaletto, Centro diurno di Sant’Arcangelo, Casa Serena Zefferino Rinaldi, Casa alloggio I Tulipani, Comunità terapeutica Nuova Alba. Alla sua realizzazione hanno lavorato cinque fotografi professionisti (David Deveson, Ettore Panichi, Gianni Vagnetti, Sara Mattaioli e Stefano Stefanoni) che nei mesi precedenti sono entrati in relazione con l’ambiente delle diverse strutture, incontrando gli ospiti e restituendo attraverso il loro obiettivo il racconto della vita all’interno delle comunità.

RASSEGNA TEATRALE

Teatro insieme, uno spettacolo per tutti.

Teatro Mengoni (Magione)

Ingresso: 15€
Ridotto:10€

Sabato 29 Febbraio

—- RINVIATO —-

ore 18.00
“L’ANATRA LA MORTE E IL TULIPANO”
COMPAGNIA TARDITO RENDINA

Spettacolo di teatrodanza musica e parole
Liberamente tratto da Ente, Tod und Tulpe libro illustrato di Wolf Erlbruch
Coreografia e interpretazione Aldo Rendina  e Federica Tardito Idea, traduzione, drammaturgia e regia Bruno Franceschini

“E ora sei venuta a prendermi?” chiede l’anatra alla morte. La sua risposta è al contempo semplice e illuminante: “Ti sono accanto già da quando sei nata”

Sabato 21 Marzo

—- RINVIATO —-

ore 18.00
“ASPETTANDO MARCELLO”
BAR TEATRO

Di Paolo Bocciarelli, Fabio Pallotti, Enrico De Meo, Benedetta Rocchi Con Fabio Pallotti e Paolo Bocciarelli

“Due personaggi in scena. Un ingegnere che di “professione” fa il sognatore e un pragmatico che vorrebbe sognare. Due vite. Due amici, Fabio e Paolo, e un terzo, Marcello, il quale, pur essendo assente, diventa presenza. Il tempo che passa nell’attesa della sua venuta gli fa riscoprire la sostanza della loro amicizia.”

Sabato 15 Febbraio

ore 18.00
“DOVE SONO MAMMA E PAPÁ?”
PANEDENTITEATRO

Tratto da ricordi personali collettivi
All’interno il racconto Il mostro peloso di Henriette Bichonnier
con Enrico De Meo e Benedetta Rocchi Regia Michele Fiocchi

È sera, le luci si spengono, nella loro stanza, un fratello e una sorella … al di là della porta l’assenza dei genitori si fa presenza. Forse è l’occasione per interrogarsi su chi sono e cosa vogliono questi ”grandi”

Sabato 7 Marzo

—- RINVIATO —-

ore 18.00
“CAFFÈ DOPPIO”
NANI ROSSI

Spettacolo di teatrocirco
Con Matteo Mazzei e Magdalena Vincente
Regia P. Stratta

“Siete tutti invitati all’inaugurazione del “Caffè Doppio”, dai suoi due camerieri dal piglio energico e dispettoso, a gustare i loro cocktail ed i piatti preparati con un mix di circo tradizionale e comicità disarmante.”

Sabato 4 Aprile

—- RINVIATO —-

ore 18.00
“ROBINSON”
ATG TEATRO PIRATA

Ideazione e scrittura Simone Guerro, Silvano Fiordelmondo, Francesco Mattioni Con Silvano Fiordelmondo, Enrico Marconi
Regia Simone Guerro

“Il primo romanzo di avventura della letteratura moderna rivive sul palco grazie a uno spettacolo divertente e dolce allo stesso tempo. Un giovane ragazzo inglese, Robinson Crusoe, lotta contro tutti gli ostacoli che la vita gli presenta (e saranno molti!) per conquistare il suo sogno più grande: essere un marinaio ed esplorare il mondo.”

Non è vero che il destino è ineluttabile. Non è vero che si può essere solo spettatori dell’avvicendarsi del tempo e degli avvenimenti (Giorgio Faletti)

Un pubblico partecipe, che si assuma la responsabilità di cambiare il destino, in questo caso la condizione di isolamento che troppo spesso vivono le persone ospiti di strutture sanitarie, è la sfida che i promotori del progetto lanciano con la rassegna teatrale che sarà proposta al teatro Mengoni.
Una sfida a fare in modo che il teatro, il luogo dello sguardo, diventi uno strumento che spezzi questa separazione. Troppo spesso, e non solo a causa di barriere architettoniche e di accessibilità, il disabile a teatro non c’è. 

Questo progetto ha l’obiettivo di portarcelo per contrastare quel destino che reputa alcune persone non adatte a vivere l’esperienza di assistere a uno spettacolo teatrale. Un obiettivo da raggiungere lavorando insieme a familiari, disabili e operatori del settore socio educativo coinvolgendo, per quanto possibile, le stesse compagnie teatrali, a quello che possiamo chiamare un progetto di “integrazione in platea”.
A tutta la cittadinanza viene chiesto di collaborare a questa sfida, di partecipare, con la sua presenza, al progetto. Di diventarne parte integrante.